Presentate le liste dei candidati all'assemblea regionale e nazionale.



Ieri, con la presentazione delle liste dei candidati all'assemblea nazionale e all'assemblea regionale, è partita ufficialmente la corsa alle primarie del Partito Democratico che si svolgeranno il prossimo 3 marzo. Due le liste a sostegno di Nicola Zingaretti, una a testa per Maurizio Martina e Roberto Giachetti. 
In Molise si voterà anche per il Segretario regionale del Pd. 
Tre le candidature presentate alla commissione regionale per il congresso del PD presieduta da Giuseppe Peta. 
In ordine di presentazione, Stefano Buono con la lista a sostegno “Ricominciamo”; Vittorino Facciolla con due liste “Uniti per Vittorino Facciolla” e “Democratici per Vittorino Facciolla”; infine Michele Durante con la lista “Piazza Grande”.

Campobasso lì 19 febbraio 2019.

CONGRESSO PD MEDIO MOLISE, ANDREA VERTOLO ELETTO SEGRETARIO DI FEDERAZIONE. PRESIDENTE DELL’ASSEMBLEA DI FEDERAZIONE È ITALO LOMBARDI.


Andrea Vertolo, che succede a Pietro Maio, è il nuovo segretario della Federazione del Medio Molise del Partito Democratico.

L’insediamento della nuova Assemblea e del Segretario della Federazione del Medio Molise si è svolto lo scorso 4 febbraio a Campobasso, nella sede del Pd in via Ferrari.

Alla Presenza di circa 40 delegati e Segretari di circolo, oltre ad altri intervenuti come Micaela Fanelli, Pietro Maio, Tonino D’Alete, Nicola Messere, è stato eletto per acclamazione in qualità di Presidente di Federazione il “veterano” Italo Lombardi.

Andrea Vertolo è un giornalista molisano, il suo impegno in politica inizia all’età di 16 anni tra le fila della FGCI, organizzazione giovanile nella quale porta avanti diverse iniziative all’interno delle scuole e delle università. Nel 2013 diventa il Segretario cittadino dei Comunisti Italiani, e si fa promotore del Forum regionale dei giovani del centro sinistra, impegnandosi nelle diverse campagne elettorali nelle quali ha svolto un ruolo di mediazione nella costruzione della coalizione del centro-sinistra. Impegnato da anni anche nel mondo dell’associazionismo, è tra i fondatori dell’associazione culturale Officina Sociale, della quale è stato anche Presidente. Ha collaborato con Libera contro le Mafie portando avanti progetti incentrati sulla legalità nel nostro territorio.

“Ringrazio Pietro Maio per il lavoro svolto con professionalità e passione. – dichiara Vertolo - Iniziamo questo nuovo percorso della Federazione del Medio Molise con entusiasmo unito alla consapevolezza di dover riportare serenità nel linguaggio della politica. Sarà mio compito unire nelle proposte programmatiche le analisi e i progetti nati nei diversi circoli del territorio. – aggiunge il neo Segretario - Serve confrontarsi sui problemi reali di questa regione e per farlo incontreremo tutti coloro che con noi vogliono costruire una nuova prospettiva. Sindacati, associazioni, singoli cittadini che hanno voglia di partecipare a quella che sarà una nuova pagina bianca del Partito Democratico e dell'intera sinistra molisana.”

Tra gli organi eletti durante la riunione vi è la Direzione composta da tutti i segretari di circolo: Gabriele Maglieri, Gianluca Palazzo, Antonio Tomassone, Amalia Vitangelo, Alessandro D'Alessio, Roberto Barrea, Marco Abiuso, Anna Gualtieri, Nicolino Liberanome, Santo Quicquaro, Annamaria Trivisonno, Lea Ferrara, Remo De Marco, Natale Liberatore.

La Commissione di Garanzia è formata da Antonino Celli, Alessandra Salvatore e Alessandro D’Alessio.

I 40 membri dell’Assemblea sono i seguenti: Filomena Iapalucci, Luca Di Criscio, Mariapina Santopuoli, Pietro Testa, Debora Panichella, Antonio Gennarelli, Maria Rosaria Notartomaso, Gabriele Maglieri, Antonella Di Domenico, Manuel Maglieri, Giuseppe Trivisonno, Alessandra Salvatore, Luigi Di Niro, Tiziana Santoro, Andrea Battista, Anna Maria Spallone, Andrea Salvatore, Rosaria De Vivo, Angelo Andrea Di Donato, Maria Raucci, Maurizio Mariano, Alessandra Villani, Antonino Celli, Bibiana Chierchia, Italo Lombardi, Antonio Tomassone, Chiara Iosue, Amalia Vitangelo, Filippo Massari, Antonio Cerio, Matteo Iaconianni, Angela Scocca, Rosamaria Fanelli, Teresa Discenza, Nicolino Liberanome, Carlo Mario Parziale, Annamaria Trivisonno, Francesca Primiano, Remo De Marco, Antonio Di Nunzio.



 

Eletti i nuovi segretari di circolo del PD nella Federazione di Campobasso. L'augurio dell'uscente Pietro Maio



Nel nostro Paese esiste un solo Partito, il Partito Democratico, che offre realmente agli iscritti, ai simpatizzanti e agli elettori la possibilità di scegliere la direzione del proprio futuro. Infatti dal 12 al 23 gennaio 2019 si sono tenuti i congressi di circolo per scegliere i segretari cittadini, per eleggere i segretari provinciali ed i delegati alla convenzione per l'elezione del segretario nazionale attraverso le primarie del prossimo 3 marzo. Nella Federazione del Medio Molise ci sono stati veri momenti di dibattito e di confronto non solo sulle mozioni proposte dai sei candidati del partito democratico alla segreteria nazionale ma anche sulle tematiche regionali e comunali. Gli iscritti sono stati chiamati, tra l'altro, ad eleggere in modo democratico e trasparente i segretari di circolo nei comuni della Federazione Provinciale. Pertanto, quale Segretario Provinciale uscente, dopo 10 anni di impegno politico nel Partito Democratico, auguro buon lavoro al mio successore Andrea Vertolo. Auguro, inoltre,  buon lavoro ai  segretari dei circoli riconfermati ed ai neo eletti:
Anna Gualtieri -  Baranello;
Nicolino Liberanome -  Molise;  
Remo De Marco - Campolieto; 
Lea Ferrara -  Montagano;   
Gabriele Maglieri - Riccia;
Natale Liberatore Antonio - Bojano;
Santo Quicquaro - Toro;
Alessandro D'Alessio - Ferrazzano;
Marco Abiuso - Gambatesa;
Amalia Vitangelo - Colle D'Anchise;
Annamaria Trivisonno - Ripalimosani;
Gianluca Palazzo – Campobasso;
Antonio Tomassone - Pietracatella;
Roberto Barrea  Tufara.
Un grazie, altresì, per l'impegno e l'ottimo lavoro svolto va ai segretari uscenti: 
Teresa Discenza del circolo di Baranello, Antonio Di Petta del circolo di Colle D'Anchise, Antonio Giorgio del circolo di Pietracatella, Giuseppe Faioli del circolo di Tufara e Francesca Di Cristofaro del circolo di Campobasso.
Sono convinto che l'impegno, la serietà  e la passione politica che ci ha sempre contaddistinti ci consentiranno di risalire presto la china. Manderemo a casa l'attuale governo pericoloso, bugiardo, delle promesse mancate e soprattutto fomentatore di odio e discriminazioni. L'impegno di tutti noi è rendere più forte e più giusto il Paese dei nostri figli. Per fare questo abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti cittadini.
Pietro Maio  / Segretario Provinciale Partito Democratico del Medio Molise 

Ecco i nomi dei tre candidati alle Primarie del 3 marzo




Nicola Zingaretti al 47,38% (88.918 voti), Maurizio Martina al 36,10%(67.749), Roberto Giachetti all’11,13% (20.887).

 

Sono questi i candidati alla segreteria del Pd che da oggi, ufficialmente, accedono alle primarie del 3 marzo dopo che presidente della Commissione Congresso, Gianni Dal Moro, ha letto i risultati ufficiali dei congressi di circolo alla convenzione nazionale dem all’Hotel Ergife a Roma.
Non accedono alle primarie Francesco Boccia che ha ottenuto il 4,02%(7.537 voti), Maria Saladino lo 0,7% (1.315) e Dario Corallo lo 0,67% (1.226).

 

Le schede bianche e nulle sono state 1429. Si sono tenuti 5693 congressi che hanno coinvolto circa 6500 circoli. Il numero di iscritti aventi diritto al voto è stato di 374.786. I votanti sono stati 189.101, corrispondente al 50,46 degli aventi diritto.

 

Con la proclamazione dei candidati,  si apre la seconda fase del Congresso PD che porterà alle primarie del 3 marzo.

 

 La Convenzione video: qui

 

“Un ringraziamento ai dipendenti del Partito democratico che, pur in cassa integrazione, hanno garantito il corretto svolgimento della prima fase del congresso”.
Così Gianni Dal Moro, presidente della Commissione Congresso, è intervenuto in apertura della convenzione nazionale. “Siamo al terzo congresso negli ultimi 6 anni, ma questo è particolare per il numero importante di candidature, ben 6. E’ anche il primo congresso dopo l’abolizione dei fondi pubblici ai partiti. La struttura organizzativa del partito è stata messaa dura prova”, ha spiegato Dal Moro. “Da tempo parliamo della riforma del modello di partito e delle sue carte fondamentali. Tenere insieme velocita’ nelle decisioni e partecipazione deve essere la sfida dei prossimi anni. La Commissione Congresso ha proposto un regolamento fissando la chiusura del congresso il prima possibile. Questa prima parte del congresso è stata impegnativa, ma credo sia stata ben superata perché il senso di comunità non è mai venuto meno”, ha spiegato ancora.

 

“Vi chiedo un applauso a tutti i dipendenti del Pd e alla organizzazione nazionale che pur in cassa integrazione hanno retto un impegno importante in questa fase del congresso nazionale. Per la prima volta abbiamo applicato le iscrizioni online anche se per breve periodo, un test positivo, ogni cittadino ha potuto iscriversi senza passare per il circolo, collegandosi a una piattaforma online che prevedeva anche il riconoscimento facciale attraverso il riconoscimento facciale dallo smartphone. Una esperienza positiva che mi auguro possa essere resa stabile”, conclude Dal Moro.

Pd, Scurti nuovo segretario di Federazione. “Lavoriamo per riprenderci le piazze”



E’ Oscar Scurti il nuovo segretario di Federazione del Pd Basso Molise e ha preso il posto di Pasquale Marcantonio al termine di una elezione “last minute” convocata dopo la sentenza che ha dichiarato valido il tesseramento dell’anno scorso del circolo di Termoli. «Devo ringraziare tutti quelli che mi hanno sostenuto e i vari segretari di circolo – ha affermato Scurti – oltre ai consiglieri regionali e alla Federazione uscente. Abbiamo fatto un congresso molto leale e una competizione onesta e già nei prossimi giorni inizieremo a parlare di unità». Sotto la lente le prossime elezioni amministrative e la necessità di ricompattare una coalizione, quella del centrosinistra, uscita con le “ossa rotte” dalle ultime elezioni regionali. «Nel mio programma – ha affermato il neo segretario – c’è il rilancio del partito che passa attraverso l’utilizzo dei sindaci e delle amministrazioni comunali uscenti che sono una risorsa del Pd. Dobbiamo essere in tutti i modi il braccio operativo degli amministratori locali». Tra le ipotesi quella della ricandidatura del sindaco Sbocca. «Se il sindaco vorrà il Pd sarà al suo fianco – ha affermato Scurti – ma ci sono anche tantissime altre candidature degli amministratori. Chi ha portato risultati deve essere appoggiato». Obiettivo resta quello di riavvicinare un elettorato disilluso. «Per riavvicinare le persone bisogna passare attraverso le amministrazioni comunali che sono vicine ai cittadini, dobbiamo sensibilizzare le azioni degli amministratori locali e riprendere le piazze che abbiamo lasciato ai 5Stelle essendo più propositivi». Assieme a Scurti sono stati eletti anche i delegati a Termoli: Maria Chimisso, Stefania Spegne, Giulia Intrevado, Mario Orlando, Matteo Caruso e Giuseppe Consiglio. Per Ettore Fabrizio i delegati eletti sono: Antonio Sciandra, Lucia Cupello Castagno, Ettore Silverio, Maria Felicia Polimene, Joan Velko ed Emilia Bagnoli. 6 a testa dunque per i due candidati in base all’accordo previamente raggiunto. In totale per il Basso Molise i delegati sono 40 e sono così distribuiti: 26 per Scurti e 13 per Fabrizio, mentre per il 40esimo si dovrà attendere la designazione che avverrà in base al sistema dei resti. Gli iscritti al partito del Basso Molise hanno votato altresì per la Segreteria nazionale, la cui sfida finale si terrà il 3 marzo prossimo. Nel circolo Pd di Termoli il candidato che ha ottenuto maggiori preferenze è stato Nicola Zingaretti (51 voti) seguito da Maurizio Martina (8 voti), Francesco Boccia (4 voti) e Maria Saladino (1 voto).