ALFREDO MARINI È IL NUOVO SEGRETARIO REGIONALE DEI GIOVANI DEMOCRATICI.






Domenica 5 Agosto 2018, a Campobasso, presso la sede del PD Molise si  è tenuto il Congresso Regionale dei Giovani Democratici del Molise.

L'Assemblea ha eletto nuovo Segretario Regionale il ventunenne Alfredo
Marini di Termoli.
La proposta politica di Marini mette in primo piano l'impegno per il
Molise del futuro nel contesto degli  Stati uniti l'Europa e la
riforma interna dell'Organizzazione giovanile.
Il percorso congressuale si è sviluppato all'insegna dell'inclusione e
dell'unità.
Importante e qualificata la rappresentanza femminile.
Con l'inizio del mandato del Segretario Marini inizia un percorso
rinnovato che ha come obbiettivo  la valorizzazione dei giovani, dei
loro progetti e delle loro idee all'interno del Partito Democratico.
Durante i lavori dell'Assemblea si sono avvicendati  interventi pieni
di contenuti, sui temi di maggiore interesse del momento, nel
desiderio di ridare slancio all'attività del partito democratico e
della giovanile.
Hanno portato il loro saluto al congresso i consiglieri regionali del
PD, Vittorino Facciolla e Micaela Fanelli dimostrando disponibilità e
attenzione rispetto alle istanze del rinnovato gruppo dei giovani.
 Marini ringrazia il Segretario uscente Renato Freda e tutti i
dirigenti uscenti," senza il loro apporto e lavoro non sarebbe stato
possibile ripartire".
La  Segreteria Regionale sarà nominata dal nuovo Segretario entro la
prossima settimana.

Campobasso 6 agosto 2018



Vaccini, il diritto alla salute dei bambini non si rinvia Firma la petizione


Vaccini: il diritto alla salute dei bambini non si rinvia

Deputati e Senatori,
vi chiediamo di retrocedere dalla recente decisione presa dal Parlamento di rinviare l’attuazione della normativa sull’obbligo vaccinale, varata solo un anno fa.

È una scelta che riteniamo grave e inaccettabile. Per i nostri cari e per tutti i bambini che vivono in Italia.

Il nostro paese ha bisogno di invertire una pericolosa tendenza che ha fatto registrare negli anni un significativo calo delle coperture vaccinali.

Perché è importante?

La scienza e la medicina indicano con chiarezza la direzione di marcia da seguire, al di là delle posizioni politiche di parte, per garantire sempre meglio la difesa della salute di tutti i nostri bambini, anche di quelli immunodepressi che non possono vaccinarsi, e sconfiggere malattie gravi e mortali. I risultati della Legge varata dal governo Gentiloni già si vedono e sono di segno positivo.

Aderiamo in pieno all’appello “Io Vaccino” delle mamme dei bambini trapiantati e quindi, in conseguenza dei farmaci post-trapianto, immunosoppressi.

Sono loro, i più deboli, ad avere bisogno di una copertura vaccinale piena ed estesa. Condividiamo la seria preoccupazione dell’Ordine dei medici il cui presidente ha affermato: “l’emendamento approvato non risponde all’evidenza scientifica circa la necessità delle vaccinazioni. Lanciamo un appello al Parlamento perché rispetti la scienza”.

È inaccettabile che oggi chi governa lasci spazio alla disinformazione antiscientifica giocando con la salute dei cittadini e dei bambini in particolare. È inaccettabile l’approssimazione con cui si giustificano scelte pericolose per la salute di tutti.

Non si combatte la scienza, si combattono le malattie. Il diritto alla salute dei bambini non si rinvia. Deputati e senatori, vi chiediamo di non dividervi su un tema come questo e, qualunque sia il vostro orientamento politico, di tutelare la salute dei nostri figli.

Firma la petizione #iononrinvio

Maurizio Martina eletto segretario. Congresso prima delle Europee



L’Assemblea nazionale elegge il nuovo segretario del Partito Democratico. I voti contrari sono stati sette e gli astenuti 13. Martina: “Da oggi si parte scrivendo una pagina nuova insieme, con la consapevolezza che non abbiamo scorciatoie”

ROMA– Maurizio Martina è stato eletto dall’assemblea nazionale nuovo segretario del Partito Democratico. I voti contrari sono stati sette e gli astenuti 13.
“Da oggi si parte scrivendo una pagina nuova insieme, con la consapevolezza che non abbiamo scorciatoie”, ha detto Martina, nel suo primo discorso da segretario eletto del Pd.
“Qui, tutti insieme, nelle diversità cominciamo a fare il nostro lavoro – ha aggiunto il nuovo segretario nazionale del Pd- per permettere al popolo di tornare a esserci. Accelerare tutto poteva essere una soluzione, vederci tra qualche settimana ai gazebo, ma ho il dovere e l’onestà di dirvi che non possiamo cavarcela così. Da oggi e da qui comincia un percorso di coinvolgimento, non bastiamo a noi stessi”.
“Partiamo con la convinzione – ha sottolineato ancora Martina – di essere un’energia positiva per il Paese. Solo la forza di un collettivo, di tanti, puo’ generare una nuova stagione”.

ASSEMBLEA NAZIONALE – ORDINE DEL GIORNO

L’esito del voto del 4 marzo e delle elezioni amministrative impongono al Partito Democratico un profondo lavoro di ripensamento e rinnovamento per il suo rilancio.
Lavoriamo a una nuova stagione che metta al centro del nostro impegno la lotta alle diseguaglianze, lo sviluppo sostenibile e la rigenerazione della vita democratica. Una stagione capace di mobilitare, coinvolgere e rendere protagoniste le tante energie democratiche, civiche, progressiste ed europeiste, che si oppongono alla destra, all’attuale governo, che vogliono reagire al preoccupante corso degli eventi in Italia e in Europa.
Occorre aprire una fase nuova del nostro partito per la ricostruzione di un campo di centrosinistra, in grado di proporre un progetto per l’Italia e per gli italiani; una prospettiva forte per il futuro, in grado di affermare per vie nuove i principi di una società equa, aperta, inclusiva e solidale a cui ispiriamo ancora il nostro impegno.
Vogliamo lavorare dall’opposizione all’alternativa di governo. E contribuire anche così a salvare l’orizzonte europeo, che necessita di una riforma profonda per scongiurare il rischio di consegnarsi ai nazionalismi e ai populismi. Intendiamo corrispondere a questo compito prima di tutto aprendo e rinnovando il PD.
Per queste ragioni l’Assemblea nazionale:
– avvia il percorso congressuale straordinario, i cui passaggi conclusi verranno definiti dall’assemblea entro fine anno, in vista delle elezioni europee 2019.
– dà mandato alla Direzione nazionale di approvare il regolamento base per i congressi territoriali, i tempi e le modalità con cui saranno chiamati a congresso i Circoli, le Federazione e i Regionali che hanno terminato il proprio mandato o comunque che siano stati commissariati.
– dà mandato al segretario di istituire una Commissione nazionale sul rinnovamento del progetto e della forma organizzativa, verificando anche le possibili innovazioni statutarie utili ai fini del percorso congressuale e di riprogettazione;
– promuove per ottobre a Milano il FORUM NAZIONALE per l’Italia, come grande appuntamento di ascolto e confronto del Partito democratico con il coinvolgimento delle nostre esperienze territoriali, dei circoli e degli amministratori locali, delle forze del centrosinistra, della società italiana nelle sue articolazioni culturali, sociali, economiche, associative, di genere e generazionali interessate a lavorare insieme per il Paese costruendo l’alternativa al governo gialloverde verso i prossimi cruciali appuntamenti elettorali.


 

Il video dell’Assemblea nazionale Pd del 7 luglio 2018


 

Tutti gli interventi

 

La photo-gallery dell’assemblea


Dona il 2x1000 al PD Cerca la nuova App del Partito Democratico, Bob

LE FEDERAZIONI DEL PARTITO DEMOCRATICO AUGURANO BUON LAVORO A MICAELA FANELLI PER IL NUOVO INCARICO NAZIONALE ALLA GUIDA DEL DIPARTIMENTO AREE INTERNE.


Il Partito Democratico ha reso noti i nomi dei nuovi Responsabili dei Dipartimenti tematici, che affiancheranno il Segretario e la Segreteria nazionale in vista del lavoro dei prossimi mesi.

Tra di loro, il Consigliere Regionale del Molise Micaela Fanelli è stata scelta quale Responsabile del Dipartimento Aree Interne, per la prima volta inserite nell’agenda nazionale del Partito.

Nel complimentarci con Micaela, formulandole i migliori auguri di buon lavoro, le Federazioni di Campobasso, Isernia e del Basso Molise esprimono soddisfazione per il riconoscimento, a livello nazionale, del valore politico, sociale ed economico delle aree interne, tema troppo spesso sottovalutato dagli altri partiti, che per noi, invece, insieme alle questioni dei piccoli Comuni e dello spopolamento, rappresentano l’orizzonte del nostro futuro ed il fulcro del nostro impegno.

L’aver scelto Micaela Fanelli per rappresentare questi temi a livello nazionale, offre una garanzia supplementare in termini di serietà e competenza, ma anche un giusto riconoscimento al lavoro di tutto il Partito Democratico del Molise, che metterà la sua esperienza al servizio dell’importante Dipartimento centrale.

Rifinanziamento delle aree interne, aumento delle risorse per i piccoli Comuni, lotta al dissesto idrogeologico, miglioramento dei trasporti, aumento della digitalizzazione, salvaguardia delle tradizioni, assistenza agli anziani, lavoro per i giovani. Su questi e su altri temi, siamo certi, il Molise, con Micaela Fanelli, saprà portare a livello nazionale ed europeo il migliore contributo di proposta e di progresso.

Campobasso 1 agosto 2018

Federazione PD Campobasso

Federazione PD Isernia

Federazione PD Basso Molise

Il PD MOLISE ADERISCE ALL'APPELLO “UNA MAGLIETTA ROSSA PER FERMARE L’EMORRAGIA DI UMANITÀ”.



Nicola Messere: “Restare indifferenti significa essere complici. Sabato parteciperemo al flash mob organizzato in Piazza Prefettura d Libera Molise e altre associazioni”.


Anche il Partito Democratico del Molise aderisce all’iniziativa “Una maglietta rossa per fermare l’emorragia di umanità”, lanciata da Luigi Ciotti, presidente Libera e Gruppo Abele, Francesco Viviano, giornalista, Francesca Chiavacci, presidente nazionale Arci, Stefano Ciafani, presidente nazionale Legambiente Carla Nespolo, presidente nazionale ANPI.
“Non possiamo, non vogliamo restare indifferenti a questo appello contro l’indifferenza e il cinismo verso le tragedie umane che quotidianamente si verificano nei nostri mari”, ha dichiarato Nicola Messere del Pd Molise, componente dell’Assemblea Nazionale del Partito Democratico.
“Di rosso era vestito il piccolo Aylan, tre anni, la cui foto nel settembre 2015 suscitò la commozione e l’indignazione di mezzo mondo. Di rosso - si legge nell'appello - erano vestiti i tre bambini annegati nei giorni scorsi davanti alle coste libiche. Di rosso ne verranno vestiti altri dalle madri, nella speranza che, in caso di naufragio, quel colore richiami l’attenzione dei soccorritori. Fermiamoci allora un giorno, sabato 7 luglio, e indossiamo tutti una maglietta, un indumento rosso, come quei bambini. Perché mettersi nei panni degli altri – cominciando da quelli dei bambini, che sono patrimonio dell’umanità – è il primo passo per costruire un mondo più giusto, dove riconoscersi diversi come persone e uguali come cittadini”.
“Mentre in Europa si fatica a raggiungere un accordo sull'accoglienza e in Italia il Governo nazionale persevera nella chiusura dei porti sicuri, solo nello scorso weekend, oltre 200 bambini, donne, famiglie in fuga dalla guerra e dalla miseria hanno perso la vita – continua Nicola Messere – restare indifferenti, significa essere complici. Per questo, ma anche per ribadire la necessità di politiche comunitarie e nazionali capaci di coniugare sicurezza e solidarietà, il Pd Molise domani mattina sarà in Piazza Prefettura a Campobasso ed invita tutti i molisani a partecipare al flash mob promosso da Libera Molise e da altre associazioni molisane”.
Nicola Messere
Assemblea Nazionale PD