POLITICA – D’Achille:“Serve più Europa e serve più politica in Europa”



ISERNIA – In seguito alla presentazione dei candidati di +Europa e del Centro democratico, tenutasi ieri nella sala gialla della provincia di Isernia, la candidata all’uninominale della Camera (Isernia-Bojano) per il centrosinistra, Maria Teresa D’Achille, intende esprimere alcune considerazioni personali sull’alleanza con +Europa e il Centro democratico e la visione europeista della coalizione. “L’alleanza con +Europa mostra la nostra visione sull’Europa unita che vogliamo intraprendere. I radicali sono sinonimo di diritti civili e di una visione europeista, fondamentale per i nostri tempi. Con quest’ alleanza allarghiamo i nostri orizzontiL’Europa è determinante, è una risorsa, come i fondi strutturali che sono e sono stati fondamentali come opportunità di crescita per tutte le regioni d’Europa, compreso il Molise. Siamo il secondo paese manifatturiero in Europa, con un costante avanzo primario da più di vent’anni e il pagamento del nostro debito non è mai stato messo in discussione. Abbiamo una storia europeista e di integrazione che ha attraversato governi di vari colori e diverse fasi storiche. Il 2018, pertanto, sarà l’anno delle scelte. Con le elezioni del 4 marzo, l’Italia sceglierà se vorrà essere alla testa di un processo di rafforzamento dell’Europa o restarne ai margini. Saranno mesi decisivi e l’Italia ha bisogno di un governo forte e credibile e di proposte chiare e ambiziose. Negli ultimi anni il Partito Democratico e l’Italia hanno svolto un ruolo decisivo nell’imprimere un cambiamento d’indirizzo alla politica europea, dall’austerità alla crescita. Essere il centrosinistra signi×ca dare forza al territorio e, per il nostro Molise, dobbiamo impegnarci a rappresentarlo meglio a livello nazionale ed essere protagonisti a Roma.