Carlo Veneziale: la buona e la cattiva transumanza.


Quella buona, rappresentativa della cultura pastorale e dei millenari riti di spostamento alla ricerca dei pascoli attraverso i tratturi, è un orgoglio molisano. L’Italia ha presentato all’Unesco di Parigi la proposta di dichiararla Patrimonio immateriale dell’Umanità. Una battaglia che appoggio e per la quale mi batterò. Sarebbe bellissimo veder riconosciuta l’importanza di questo rito che ci fa sentire tutti molisani, legati alla terra e alle nostre tradizioni. Sarebbe un grande volano di sviluppo per i nostri territori e per il turismo.

C’è poi la cattiva transumanza. Quella della politica politicante, dei cacicchi e dei capibastone che hanno abbandonato il centrosinistra per cercare candidature e “posti al sole” altrove. Non ci mancherete. Anzi, senza di voi, andrà meglio. 
Voglio la politica di chi ci crede, non di chi fa la transumanza delle poltrone. 
Oggi, siamo una squadra coesa di chi crede al progetto di un Molise migliore. Avanti così #OraFuturo