Proclamazione eletti. Il PD in consiglio con Facciolla e Fanelli.



Il commento di Vittorino Facciolla

La Corte di Appello ha provveduto alla mia proclamazione a consigliere Regionale. Grazie a voi ed insieme a voi faremo opposizione e la faremo per costruire e mai per distruggere. No al neoconsociativismo ma si convinto ai molisani.

Il commento di Micaela Fanelli

Ieri pomeriggio, in Corte d'Appello, non senza commozione, sono stata proclamata Consigliere Regionale del Partito Democratico.
Un traguardo raggiunto insieme a chi ha creduto in me, mi ha sostenuta, dato fiducia per il futuro della nostra splendida, ma difficile Regione.
Le analisi, le correzioni, le valutazioni sulle prospettive, senza infingimenti le effettueremo nelle sedi proprie.
Oggi, invece, da neoeletta mi preme innanzitutto partecipare un sincero sentimento di gratitudine a tutti gli elettori.
Grazie ai generosi candidati del Partito Democratico, a partire dal Presidente, e a quelli di tutta la coalizione di centrosinistra. Grazie agli uomini e alle donne del PD, in particolare alla segreteria regionale, e a tutti gli organi, circoli e militanti e simpatizzanti di ogni parte del territorio regionale. Grazie ai miei amici e al gruppo storico riccese e a quello dei Comuni vicini con cui abbiamo dato i primi passi, alle mie 'due' splendide amministrazioni comunali, agli amministratori del Molise con cui abbiamo condiviso tante battaglie, alle associazioni e ai loro rappresentanti leali, grazie a tutti coloro che hanno sostenuto il centrosinistra. Grazie soprattutto alla mia adorata, paziente, grande e forte famiglia e agli insegnamenti di mio padre, di mio zio e delle altre persone che non ci sono più e che hanno messo prima di ogni altra cosa il lavoro per la loro comunità. Per questo, un grazie particolare ad Antonio Di Lallo. A lui, alla sua moderna e lungimirante visione del mondo, a sua moglie e suo figlio, dedico il più caro pensiero oggi.
Proverò a realizzare quanto da lui tracciato con onestà, positività e passione!
Credimi, Antonio, nel momento più difficile non ho mollato, come mi avresti detto tu!
E sarò capace di ripartire anche dagli errori, cercando maggiore coesione e vicinanza.
Con la caparbietà e la forza di sempre, dall'opposizione lavorerò ogni giorno per non disperdere quanto di buono, con molta fatica, è stato fatto in questi cinque anni.
Perché qui come a Roma, c’è ancora bisogno dei valori e della rotta del centrosinistra, per ridurre le differenze sociali e territoriali, aumentare i servizi, valorizzare il territorio, proteggere l’ambiente, rafforzare crescita e occupazione.
Per un Molise sempre più aperto all’Europa e al mondo, sempre più giusto, forte e capace di costruire il proprio futuro sul lavoro, l’uguaglianza e la solidarietà!